Logo

Newsletter

Galleria fotografica

foto-gallery6 foto-gallery7 gmg3 foto-gallery4 foto-gallery foto-gallery5

Slideshow

“Chi crede non è mai da solo”: Missione Giovani – San Giovanni Rotondo

“Chi crede non è mai da solo”! Sono queste le parole che, per ben dieci giorni (dal 7 al 17 novembre), i missionari della Missione Giovani hanno rivolto ai tanti giovani adolescenti di San Giovanni Rotondo (FG). Una missione fortemente desiderata dall’arcivescovo della diocesi di Manfredonia – Viste – San Giovanni Rotondo, mons. Michele Castoro, e prontamente accolta e organizzata dal responsabile della pastorale giovanile vocazionale diocesana, don Salvatore Miscio. Insieme a lui si sono affiancati i vari sacerdoti della città, i religiosi presenti e numerosi giovani e coppie impegnate nelle diverse parrocchie. Anche la nostra pastorale giovanile vocazionale si è fatta partecipe di questo importante evento missionario.

Lo scopo di questa missione è stato quello di far riscoprire ai tanti giovani adolescenti la bellezza di vivere la propria fede cristiana e condividerla insieme nell’unica Chiesa, che ci continua ad accogliere e ci invita ad annunciare il regno di Dio.

Nei primi giorni della missione, i missionari, in gruppi da due o tre persone, hanno visitato le varie classi delle scuole superiori. In ogni classe i missionari raccontavano la propria esperienza vocazionale e soprattutto la gioia di essere annunciatori di una grande verità: “Chi crede non è mai da solo”! Nei brevi 60 minuti di ogni lezione, sono sorte tante riflessioni: il senso della vita, come esigenza di ricerca in qualcosa che è aldilà dei nostri stessi orizzonti umani; il perdono, che, seppur difficilmente concepibile attraverso la logica umana, si fa spazio attraverso l’azione divina; la carità, come apertura verso l’altro. Tante altre domande, poi, sono rimaste in sospeso, non a motivo dell’inadeguatezza dei missionari, ma perché necessitavano della stessa iniziativa degli adolescenti a intraprendere quel viaggio verso la fede che può rispondere ad ogni dubbio. Un viaggio che gli stessi missionari nella propria vita hanno saputo intraprendere e oggi, con coraggio, non si stancano di mostrare.

Insieme ai missionari, vi erano anche i giovani dell’associazione “Ingannevole come l’amore”: un gruppo di giovani impegnati a testimoniare l’importanza di rendere la propria vita splendida e unica come l’oro. Infatti, con il titolo #WE ARE GOLDEN, gli adolescenti sono stati coinvolti, prima in un photo contest a modo di caccia al tesoro, dove dovevano fotografare dei soggetti particolari (la felicità, l’amore, i ricordi dell’infanzia ecc), e poi nella serata di premiazione preceduta da varie testimonianze di ragazzi che avevano sprecato la propria adolescenza nelle cose inutili della vita.

Infine, la missione si è conclusa con diverse iniziative per far conoscere la ricchezza della chiesa locale di San Giovanni Rotondo: venerdì sera, nella parrocchia della Trasfigurazione, i giovani impegnati nelle parrocchie hanno presentato le varie iniziative (incontri, laboratori) attivate per gli adolescenti; sabato sera, nella parrocchia di San Giuseppe, si è svolto un’adorazione della Croce sullo stile “una luce nella notte”.

I commenti sono chiusi.

Seminario Frati Cappuccini Isernia
Casa accoglienza San Marco la Catola
Monastero invisibile
Sostienici con un'offerta
Maria Pyle
PGV
Voce di Padre Pio
Teleradio Padre Pio
Edizioni Padre Pio