Logo

Newsletter

Galleria fotografica

foto-gallery4 foto-gallery3 foto-gallery2 foto-gallery6 gmg3 foto-gallery7

Slideshow

Il giovane Fra Pio riceve le stimmate invisibili

A Piana romana, zona rurale di Pietrelcina, c’è un piccolo podere dei Forgione che papà Grazio è riuscito ad arricchire con un altro po’ di terreno e con una casupola ancora allo stato grezzo grazie al denaro accumulato nei periodi dell’emigrazione. Spesso il giovane sacerdote cappuccino si ritira là per ore.

D’estate anche per giorni interi, rimanendo a dormire in una capanna di tronchi e paglia costruita ai piedi di un grande olmo. In quel paesaggio incantato gli riesce più facile pregare o recitare il breviario. forse perché lontano dai rumori del paese. Forse perché nel sentirsi parte della meravigliosa opera del Creatore, si sente parte di Lui. In quella capanna, già spettatrice di celesti visioni e di vessazioni diaboliche riservate al piccolo Francesco Forgione fin dall’età di 5 anni, un mese dopo l’ordinazione sacerdotale accadde un altro strano fenomeno.

“In mezzo al palmo delle mani” appare “un po’ di rosso quasi quanto la forma di un centesimo, accompagnato da un forte ed acuto dolore in mezzo a quel po’ di rosso”. Lo stesso dolore simile a quello che procurerebbe l’essere trapassato da una spada, lo avverte anche sotto i piedi sebbene con minore intensità. Padre Pio resta esterrefatto non sa “né spiegare nè comprendere” quello che gli sta accadendo. ne parla solo in confessione con il suo arciprete, che non può dargli certezze, ma solo un’ipotesi: sono i segni delle stimmate di nostro Signore. Nel dubbio e comunque per vergogna il fraticello chiede a Gesù di ritirare “un tal fenomeno visibile”. Un desiderio che Gesù  accontenta immediatamente. Dopo la preghiera, scompaiono i segni delle trafitture, non “il dolore acutissimo che si fa sentire, specie in qualche circostanza in determinati giorni”. Ciò accade dal giovedì sera fino al sabato, come anche il martedì. Negli stessi giorni, a partire dal medesimo periodo, Padre Pio comincia a sperimentare, una volta alla settimana, la coronazione di spine e la flagellazione.


I commenti sono chiusi.

Seminario Frati Cappuccini Isernia
Casa accoglienza San Marco la Catola
Monastero invisibile
Sostienici con un'offerta
Maria Pyle
PGV
Voce di Padre Pio
Teleradio Padre Pio
Edizioni Padre Pio